Menopausa e terza età

Menopausa e terza età

Con l’arrivo della menopausa in una donna avvengono cambiamenti fisiologici legati all’alterazione ormonale. Tali cambiamenti avvengono principalmente dal repentino calo degli estrogeni.

Quale ruolo può avere la menopausa sulla salute dei denti?

Il deficit degli estrogeni è responsabile dei fenomeni di osteoporosi che, riguardando la parte dentale, potrebbero causare una perdita di densità ossea.
Recenti studi hanno ipotizzato nella donne una stretta correlazione tra osteoporosi e parodontite.
Il parodonto, che è il complesso dei tessuti che si trovano attorno al dente e che ne danno sostengno e stabilità, diventa più suscettibile all’attacco batterico in questa fase della vita e di conseguenza tende più fácilmente a infiammarsi provocando una gengivite.

Il persistere dell’infiammazione gengivale senza intervenire con una pulizia professionale dal dentista, nel tempo sicuramente predispone la parodontite (più comunemente nota come “piorrea”).

La parodontite causa una progressiva perdita dei tessuti che sostengono il dente, in particolar modo dell’osso. L’elemento dentario, non più sostenuto, tende a diventare mobile e se la patologia non viene fermata si ha come conseguenza la perdita del dente.

Lo squilibrio ormonale estrogenico è causa altresì di alterazione delle papille gustative e ghiandole salivari. Quest’ultime secernono la saliva che svolge un ruolo importante protettivo e antibatterico nel cavo orale.

I sintomi più frequenti nella bocca di una paziente per i quali si dovrebbe contattare inmediatamente il dentista sono:

  • sanguinamento
  • infiammazione
  • alito cattivo
  • mobilità dei denti
  • sensazioni fastidiose nel chiudere la bocca.

Senza la presenza di questi sintomi consigliamo comunque controllo due volte l’anno e igiene orale professionale almeno una volta all’anno.

Il team di Dental Shark offre visite di controllo sempre gratuite per permettere una repentina diagnosi, un piano di cura il meno aggressivo possibile e una spesa da parte del paziente più sostenuta.

–A.T.–

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies